Zafferano in Polvere

  • €5,00

Ne sono rimasti solo 50 !

Lo zafferano coltivato e trasformato in Azienda da oltre 60 anni, gli agricoltori conoscono lo zafferano come una madre conosce i propri figli: basta uno sguardo per capire tutto! gli esperti di essiccazione, lavorazione e imbustamento diventano dei veri e propri chirurghi: servono cura e precisione massime per proteggere l’integrità qualitativa della materia prima. Il crocus sativus, meglio noto come bulbo di zafferano. Da qui prende vita la pianta, poi il fiore, poi una delle spezie più cariche di storia, fascino e gusto fra quelle che utilizziamo ogni giorno nei nostri piatti.  Fin qui tutto semplice: pianta, fiore, zafferano. Che ci vuole? Un po’ di pollice verde e tutti potremmo coltivare zafferano sul balcone, vicino al basilico o al rosmarino. Ma le cose non stanno esattamente così. Se lo zafferano fa “oro rosso” di secondo nome, un motivo c’è. Anzi, più di uno.
Selezione dei terreni, Rotazione delle coltivazioni, Raccolta a mano, Essiccazione naturale, Rosso oro, Macinazione.Sano, gustoso e ricco di proprietà benefiche: lo zafferano non fa bene solo al palato, ma a tutto il nostro corpo. Sia chiaro: non è un medicinale, né tanto meno un prodotto miracoloso. Più semplicemente, lo zafferano è ricco di sostanze salutari. La confezione contiene 3 bustine contenenti ciascuna 0,125 g di prodotto ideale per 3 persone. il peso totale per ogni confezione è pari a 0,375 g di zafferano macinato, la soluzione più pratica per i piatti tradizionali e per le ricette più raffinate.

suggerimento: Pasta con fiori di zucca, prosciutto e zafferano. La pasta con fiori di zucca è una gustosa ricetta da preparare per il pranzo estivo. Le penne, o qualsiasi tipo di pasta corta che preferite, vengono condite con una salsa che oltre a questa verdura prevede l’impiego di prosciutto, panna e zafferano.  Un primo piatto gustoso che potrete consumare anche se non volete, o non potete, utilizzare la panna. In questo caso infatti vi basterà risottare la pasta, ovvero cuocerla direttamente nella padella con il condimento insieme a del brodo vegetale. Otterrete un risultato altrettanto cremoso, ma senza l’uso di derivati del latte.320 gr di pasta, 60 gr di prosciutto cotto a dadini 24 fiori di zucca, zafferano 1 bustina, 50-60 gr di burro e sale. Prendete una padella abbastanza capiente, che utilizzerete per cuocere gli ingredienti e ripassare la pasta a fine cottura. Al suo interno versateci il burro, che scioglierete facendo attenzione a non portarlo a bollore e successivamente aggiungete i cubetti di prosciutto cotto tagliati a circa mezzo centimetro di lato. Potete chiedere al salumiere di fiducia di tagliarvi una fetta di prosciutto piuttosto spessa e, direttamente a casa, ricavarne dei cubetti. Fate rosolare il prosciutto per circa due minuti in modo che assuma una consistenza leggermente più compatta, ma senza farlo bruciacchiare. A questo punto unite la panna e, dopo aver regolato di sale, lasciate cuocere per altri 5 minuti. In questo modo gli ingredienti inizieranno ad amalgamarsi e rilasciare vicendevolmente i sapori. Mescolando, aggiungete lo zafferano, e poi i fiori di zucca precedentemente puliti e lavati. Questi infatti devono cuocere pochissimo, per non perdere la consistenza e il sapore. Cuocete la penne in abbondante acqua salata lasciandole indietro di cottura per circa 1-2 minuti. In questo modo completerete la cottura direttamente in padella, facendo mantecare la pasta con fiori di zucca e dandole un tocco di sapore ancora più deciso.


Ti consigliamo anche